Cavolo nero

cavolo-nero-cortobio

 

Nome Scientifico: Brassica Oleracea

Famiglia: Brassicaceae

I nostri cachi sono coltivati da: 

Fattoria Paradello (Rodengo Saiano – BS



stagionalita-cavolo-nero-ottobre-marzo

naturale-biologico

Curiosità e coltivazione biologica

Il cavolo nero, detto anche “Cavolo nero di Toscana” o “Cavolo a penna“, è un tipico ingrediente della cucina toscana e della famosa “ribollita” una minestra di fagioli con pane raffermo e verdure varie.

Si presenta con foglie spesse e nervate che sembrano essere ricoperte di bolle, di colore verde scuro con riflessi bluastri, con  bordi che possono essere lisci e arricciati a seconda della varietà e dall’odore acidulo. La parte centrale del cavolo nero, di colore bianco, risulta essere poco appetitosa, mentre le foglie hanno un sapore intenso ma più dolce rispetto ad altre varietà di cavoli. Il cavolo nero è uno dei più antichi ortaggi che rappresentano la grande famiglia dei cavoli, sopporta benissimo le basse temperature, ma tollera anche le temperature elevate. Solitamente diventa più gustoso dopo aver preso i primi geli, man mano che la pianta cresce si staccano le foglie esterne e continua a produrne di nuove.

 

sano-salutare

Fa bene perché…

Il cavolo nero, se consumato crudo, possiede una notevole quantità di vitamina A e C, contiene inoltre potassio e acido folico ed è poco calorico (400 gr circa 120 calorie). È una ricchissima fonte di antiossidanti, ha proprietà immunostimolanti ed è un antinfiammatorio naturale, che ci aiuta ad affrontare l’inverno lontano dai dolori, tanto che nel passato veniva usato anche per bendaggi antinfiammatori. Inoltre è ricchissimo di ferro, quindi adatto nella dieta vegetariana e dona un ottimo apporto di fibre all’organismo.

 

ecologico-eco-cucina

 Modalità d’uso e conservazione

Avvolgendo le foglie in un canovaccio appena inumidito si prolunga la conservazione in frigorifero.

 

Le ricette veloci

Minestra con cavolo nero

Aggiungere un paio di foglie di cavolo nero alle minestre, oppure lessarlo 10 minuti al vapore, poi frullarlo e unirlo alla zuppa a fine cottura, così da non disperderne le virtù curative.

Spaghetti con il cavolo nero 

spaghetti-cavolo-nero

Ingredienti:

300 g di Cavolo nero, 1 cipolla, 3 Spicchi d’Aglio, 1-2 cucchiai di succo di limone, Olio d’Oliva, Sale, Parmigiano grattuggiato, Peperoncino Piccante (Opzionale).

Preparazione:

Lavare il cavolo e non asciugarlo.

Scaldare due cucchiai di olio in un tegame a fuoco medio, unire la cipolla e rosolarla. Aggiungere l’aglio, salare e continuare a cuocere finchè la cipolla non diventa di colore dorato scuro.

Unire il cavolo nero e un cucchiaio di olio, unire il peperoncino se lo si usa, coprire e portare a cottura coperto a fuoco moderato senza scuocerlo (circa 15 minuti).

Nel mentre cuocere gli spaghetti, scolarli tenendo da parte un mestolo dell’acqua di cottura.

Unire gli spaghetti nel tegame, unire il succo di limone e poca acqua di cottura, mescolare e servire completando con il formaggio grattuggiato e un filo di olio a crudo. (Ricetta di Butta la Pasta)

 

Altre ricette…

Gnocchi di patate e cavolo nero

Pasta con cavolo nero e fonduta 

Torna all'inizio