il-meglio-della-settimana-Cortobio-39

 

Andiamo alla scoperta, nella Cassetta della settimana, di alcune varietà particolari tra le famiglie di ortaggi più conosciute. Per le verdure, abbiamo in cassetta il grumolo verde, che appartiene alla stessa famiglia delle cicorie, il peperone friggitello che è una solanacea, fino ai frutti, tra i quali scopriamo una varietà tardiva di Susina, l’Angeleno e una mela decisamente poco conosciuta, la Dallago.

 

Il grumolo verde
grumolo-verde-radicchio-rosetta Se non fosse di un colore verde intenso, potremmo scambiare questo bellissimo ortaggio per una rosa, infatti, le sue foglie carnose e rotonde soprattutto nella stagione invernale si arricciano a forma di rosetta, la versione estiva che trovate in cassetta è un po’ meno a forma di rosa. 

grumolo-verde-radicchio-estivo E’ una cicoria della varietà da taglio, della quale si consuma quasi sempre la parte centrale. Ricco di sali minerali, il grumolo verde, ha proprietà rinfrescanti, depurative, diuretiche ed è consigliata come stimolante dello stomaco e dell’intestino e nei disturbi epatici. Essendo tenero può essere mangiato crudo come insalata, meglio se all’inizio dei pasti, perché stimola la bile e aiuta a migliorare la digestione del pasto. Una varietà un po’ di nicchia che ci offre la Coop. Agricola Cà Magre.

 

Le carote con ciuffo

carote-con-ciuffo-bio-corotbioLa Cooperativa Agricola veronese, di cui vi avevamo parlato qualche tempo fa nel nostro blog, ci offre anche le carote con ciuffo, che difficilmente trovate in commercio, se non direttamente dai produttori. La presenza del ciuffo è garanzia di freschezza del prodotto, e vi offre l’opportunità di non sprecare nulla di quest’ortaggio, infatti, se non lo sapevate, il ciuffo delle carote, così come quello dei finocchi, si può mangiare!  Lo potete usare come condimento per una buona pasta con verdure fresche, oppure per insaporire le minestre. Le carote sono ricche di antiossidanti e con numerose proprietà curative, che si conservano soprattutto se mangiate crude e nella buccia. Il vantaggio dei prodotti biologici è di poter mangiare senza scarti in tutta tranquillità, perché privi di residui da concimi chimici!

 

Cavolo cappuccio
cavolo-cappuccio-stagione-biologico-cortobioLe Aziende Agricole Paradello e Armonia Verde mettono nella vostra cassetta i primi cavoli cappuccio locali.

Un concentrato di proprietà analgesiche, antinfiammatorie, decongestionanti e antisettiche topiche. Il modo migliore per mangiarlo è consumarlo crudo, tagliato sottile e condito con olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Se lo servite alla maniera tipica del Trentino o della Germania, aggiungete qualche seme di cumino o di finocchio, ne migliorerà la digeribilità e l’aroma. Se lo preferite cotto, scoprite QUI altre ricette

Essendo ricco di ferro (più della carne) e calcio, è un alimento utile nella prevenzione della degenerazione delle articolazioni, è il caso di artriti e artrosi. Il modo più semplice per assimilarne le proprietà curative è ottenerne un succo fresco che, unito a quello di carota, può aiutarvi nell’alleviare i dolori articolari.

 

Peperone friggitello o sigaretta

peperoni-sigaretta-friggitelli-italiani-biologiciSe non amate il piccante, non temete, questo è un peperone dolce! Sono i classici peperoncini da sottaceto, ma si prestano anche per essere cotti alla griglia o in padella e conditi con sale e olio (vi suggeriamo una semplice ricetta di Veggiechoice). Nella cucina tipica napoletana si cucinano in genere interi, fritti in padella, ma anche ripieni. Si conservano in frigorifero, ma è meglio cucinarli entro 3-4 giorni dall’acquisto, per mantenere la loro croccantezza.

 

Susina varietà Angeleno

prugne-angeleno-bresciane-bioL’Angeleno è una varietà tardiva, che si conserva in frigo anche per lungo tempo, ha una polpa di color giallo molto dolce e dimensioni più grandi rispetto alle tradizionali susine. Anche le prugne sono un ottimo alimento per questo periodo di cambiamento, perché sostengono il nostro corpo e lo aiutano a purificarsi e rinforzarsi contro le malattie di stagione, grazie alla presenza di calcio, magnesio, potassio e fosforo, e vitamine importanti per il nostro organismo, come la A, la B1, la B2 e la C. Oltre ad essere un ottimo spuntino, potete utilizzarle anche nei dolci.

 

Mele varietà Dallago
mele-varieta-dallago-cortobioUna varietà poco conosciuta, sono mele dalla forma sferoidale, con una buccia liscia e dal colore rosso brillante, con qualche striatura giallo-verdastra. La polpa bianca è tenera e con ottime qualità organolettiche. E’ una mela tipica di questa stagione, che nasce dalla più classica mela della varietà Imperatore, ma più rossa e la sua pianta, più produttiva, generata dall’azienda trentina Dallago negli anni 70, dalla quale ne ha preso il nome.

 

Cosa ne dite di usare questi magnifici ortaggi per partecipare al Primo Concorso Fotografico per gli abbonati Cortobio?

concorso-fotografico-cortobio

E’ semplicissimo! Crea una composizione artistica con gli ortaggi in cassetta, scatta una foto e inviala per messaggio alla nostra pagina Facebook!

La migliore diventerà la copertina della nostra pagina Facebook per 1 mese e il vincitore avrà un omaggio simbolico in cassetta! Partecipa subito!