il-meglio-della-settimana-Cortobio-broccolo-cedro-topinambur

 

Questa settimana torniamo a raccontarvi le novità e i migliori prodotti in cassetta! 

Tra le peculiarità di Cortobio e dei nostri produttori biologici, c’è la ricerca e il recupero di varietà particolari, antiche o rare di ortaggi. Un po’ come facevano gli antichi mercanti di ritorno dai loro viaggi per il mondo, anche a noi piace scoprire e importare prodotti che possono essere coltivati anche nei nostri terreni in modo biologico.

broccolo-rosso-cortobioTra questi c’è il Broccolo Rosso “Red Sprout”, varietà poco diffusa in Italia, originaria dell’Inghilterra, veniva coltivato fin dal 1700, ma cresceva anche spontanea nelle zone di scogliera.  A farcela scoprire è Andrea Tessadrelli, di Armonia Verde al quale piace, come dice lui, “tornare al passato per un futuro migliore”. Il suo obiettivo è quello di valorizzare prodotti che ben si adattino alle stagioni per evitare il più possibile di ricorrere all’intervento dell’uomo sulla natura.

Il Broccolo Rosso è molto resistente a freddo e pioggia, ancor più ricco di antiossidanti rispetto al broccoletto verde, è ricco di vitamine C e B, possiede forti proprietà antitumorali e aiuta la fluidificazione del sangue.

 

Vi sarete chiesti: da dove deriva il suo colore rosso-violaceo?

La maggior parte dei frutti, ma anche dei fiori, che presentano una variazione di colore dal rosso al blu, contengono dei pigmenti naturali che si chiamano antociani, i quali, in base al ph presente, danno una diversa colorazione.

 

Come cucinarlo? Ecco una ricetta al volo!

Va cucinato interamente (gambo, foglie e fiore) a vapore o con breve bollitura, per preservare la vitamina C termolabile. Vi suggeriamo una ricetta veloce: tagliare tutte le parti in modo sottile senza pelare, mettere a freddo in padella insieme a olio, cipolla e porro. Cuocere coperto a fuoco lento. A fine cottura aggiungere patate (cucinate a parte) e formaggio.

 

cedro-agrigento-ribera-cortobioL’altra settimana vi avevamo parlato degli agrumi del sud, in questa cassetta compare “il re degli agrumi”: il cedro, che viene dalla zona di Agrigento (Az. Agricola Chetta). Un frutto importante, perché è tra le specie di agrumi da cui si dice derivino tutte le altre, ma lo è anche per le sue innumerevoli applicazioni. Dalla famosa bevanda che ha fatto parte della storia italiana a partire dagli anni ’50, agli usi per liquori, olii essenziali e cosmetici. Ma quello che più ci interessa sono le benefiche proprietà nutrizionali, il cedro è, infatti un concentrato di virtù medicamentose.  Ottimo per contrastare i radicali liberi, è antiossidante e antitumorale. Particolarmente adatto per chi soffre di colite, anche di tipo virale, il suo succo, un disinfettante naturale, va bevuto al mattino in un bicchiere di acqua calda.  Vi suggeriamo una ricetta per utilizzare il succo di cedro in cucina.

 

topinambur-cortobioFinalmente, tra le varietà di rapa, troviamo questa settimana il topinambur, che si presenta come un tubero dalla forma e il colore un po’ particolari, ma il suo sapore ricorda leggermente il carciofo e ha utilizzi simili a quelli della patata. Quindi, anche se può sembrare un ortaggio esotico, un po’ difficile da cucinare, conoscendolo imparerete ad apprezzarlo. Ce lo fornisce la Cooperativa Ca’ Magre di Verona, se vi ricordate vi avevamo accennato che per via delle non miti temperature, il suo raccolto era stato rimandato, ma ora potrete finalmente scoprirlo. A breve troverete, nelle schede informative, tutte le informazioni di questo fantastico prodotto: la sua storia, le sue proprietà nutritive e potete scoprire come cucinarlo con ricette e suggerimenti di eco-cucina…antisprechi!

 

Nelle prossime settimane ci saranno delle novità…

vi porteremo a tu per tu con i nostri agricoltori biologici. Continuate a seguirci!