Mele

mela biologicaNome Scientifico: Malus domestica

Famiglia: Rosacee

 
Le nostre mele sono coltivate da…
Az. Agr. Pagliette, Danilo Arenghi, Solferino; Cascina Lavachiello, Mantova
 
Acquista una CASSETTA!*
 
* Verificare la disponibilità del Prodotto nel Listino “Cassette Monoprodotto”
 

stagionalita-maggio-giugno-luglio

 

naturale-biologicoCuriosità e coltivazione biologica

La mela, un frutto dal valore simbolico fortissimo, che troviamo fin dall’antichità: dai libri sacri, ai poemi, dalla mitologia, alle fiabe. Originaria dell’Asia Minore, venne importata in Europa e si diffuse in epoca romana, dove venne esaltata e consigliata come rimedio per la digestione. E’ tra i primi dieci frutti più coltivati al mondo e l’Italia è il primo produttore di mele in Europa.
Un frutto che viene a maturazione tra agosto e ottobre, del quale si possono gustare moltissime varietà: Fuji, Royal Gala, Golden Delicious, Granny Smith, Pink Lady, Red Delicious, Renetta e tante altre varietà nuove e antiche che si stanno riscoprendo, grazie alla sapienza degli incroci e innesti.
Il clima del territorio condiziona fortemente la coltivazione biologica della mela, che diventa sensibile alle malattie fungine in ambienti umidi, freddi e piovosi, mentre in ambienti con climi più caldi o miti risulta più resistente. Oltre ai trattamenti di difesa fitosanitaria consentiti dall’agricoltura biologica, esistono alcuni uccelli e insetti utili che contribuiscono a combattere i parassiti della pianta. Alcune varietà, soprattutto le meno diffuse sul mercato sono più resistenti, come ad esempio la varietà Red Topaz, Gaia o Gold Rush.

 

sano-salutare

Fa bene perché…

… Ricca di acqua, sali minerali e vitamine, tra cui la C che contrasta l’invecchiamento e rafforza le difese immunitarie. Ha un basso contenuto calorico per la presenza di zuccheri semplici (in prevalenza fruttosio). La mela è inoltre ricca di pectina, una fibra solubile, che tiene sotto controllo l’appetito e regolarizza l’intestino. Aiuta anche a controllare il colesterolo e riduce l’affaticamento fisico. Viene spesso prescritta nei casi di ritenzione idrica, nelle malattie renali e cardiache.
 

ecologico-eco-cucina

Suggerimenti di eco-cucina…antisprechi!

Una mela fresca e ben conservata ha la buccia lucida e tesa, se invece l’avete lasciata per troppo tempo in frigo o nel vostro cesto della frutta, la vedrete raggrinzita, non lasciate quindi che diventi vecchia ma gustatene tutta la croccantezza finchè è fresca.
Perchè si dice di affiancare la frutta non ancora matura ad una mela? Perchè contiene etilene, una sostanza che stimola la maturazione della frutta, che viene sprigionata anche attraverso la buccia facendo maturare più in fretta i frutti vicini.
Le mele biologiche non vengono trattate con prodotti chimici di sintesi, quindi potrete tranquillamente mangiarle con la buccia, ma se non amate la frutta con la buccia, vi diamo un’idea per trasformare le bucce in un ingrediente per un delizioso dessert.
 
ricette-cortobio
 

La ricetta Facile:

 
biscotti bucce di mela

Biscotti morbidi alle bucce di mela

Ingredienti:
la buccia di 2 mele grandi, lavata e asciugata accuratamente, 150 gr di yogurt (oppure 125 gr di fiocchi di avena per una variante vegan), 1 uovo ( per un’alternativa vegan: 4 gr di cremor tartaro (bitartrato di potassio) e 3 gr di bicarbonato), 250 gr di farina, 100 gr di zucchero di canna, 50 gr di burro (o margarina vegetale o burro di soia), la scorza di mezzo limone, ½ bustina di lievito per dolci, 1 pizzico di cannella, mandorle, uvetta, scorza di arancia tritata (opzionale).

Preparazione:
Tagliate a striscioline sottili la buccia delle mele e riponetela in un pentolino con lo zucchero e un cucchiaio di acqua.
Lasciate caramellare a fuoco basso per qualche minuto e appena lo zucchero comincia a scurire spegnete il fuoco e mescolate accuratamente per amalgamare il composto.
Rimettete in cottura per altri 3-5 minuti a fuoco vivo ponendo massima attenzione alla consistenza e al colore del caramello che non dovrà asciugarsi troppo o scurirsi eccessivamente.

In una ciotola a parte preparate un composto con l’uovo, la farina, lo yogurt o i fiocchi di avena e la scorza del limone, aggiungete un pizzico di sale e di cannella e infine il lievito.
Una volta omogeneo il vostro composto sarà pronto per essere incorporato alle bucce di mela caramellate o, in alternativa, potete semplicemente dividerlo in cucchiaiate, disporle su una teglia rivestita di carta da forno e guarnire ogni cucchiaiata con un cucchiaio di buccia di mele.
Infornate a 180° per circa 15 minuti e lasciate raffreddare prima di servire. Potete decorare i biscotti con mandorle tritate e uvetta oppure con scorzette di arance.

 

Altre ricette Vegan Style:

Torta integrale di mele

Muffin con farina di farro e mele

Torta rustica al cavolo cappuccio e mele

Torna all'inizio