Pompelmo rosa

Pompelmo rosaNome Scientifico: Citrus paradisi

Famiglia: Rutacee

 

Provenienza:
I nostri pompelmi rosa provengono da più aziende del sud: Az. Agricola Chetta (Agrigento), Agrinova Bio (Catania) Fratelli Valenziani (Siracusa) Coop l’Arcobaleno (Agrigento).

 

 

stagionalita-dicembre-aprile

naturale-biologicoColtivazione biologica

Il pompelmo è una pianta sempreverde che può raggiungere altezze di 5-6 metri o superiori. Secondo alcuni il Pompelmo nasce da una combinazione naturale tra Citrus maxima (il pomelo) e Citrus sinensis (l’arancio dolce); secondo altri è una mutazione del pomelo. E’ originario delle Barbados e ha fatto la sua comparsa in Italia abbastanza tardivamente, perchè è stato introdotto solo alla fine degli anni ’60, primi anni ’70. Essendo una pianta robusta, non necessita di particolari lavorazioni e, quindi, si presta particolarmente per la coltivazione biologica, senza l’uso di concimi chimici e antiparassitari.

 

sano-salutare

Fa bene perché…

…secondo alcuni studi contiene alcune sostanze, come ad esempio la naringerina, alle quali vengono attribuiti effetti favorevoli sul colesterolo, sui trigliceridi e sulla pressione arteriosa, inoltre si è dimostrato che alcuni flavonoidi presenti, sono in grado di influenzare la salute cardiovascolare e di prevenire la formazione di placche arteriosclerotiche. Ha funzioni antibatteriche eccezionali, ma la bergamottina, contenuta nel pompelmo, è un potente competitore e inibitore nei confronti di alcuni medicinali, quindi il pompelmo va consumato con moderazione in caso si stiano seguendo cure farmacologiche. Come tutti gli agrumi, contiene buone quantità di vitamina C (1 pompelmo= 70/80 mg) oltre che vitamine A e B. E’ ricco di fibre, sali minerali, quali ad esempio il potassio.

 

ecologico-eco-cucina

Suggerimenti di eco-cucina…antisprechi!

Vi diamo alcuni suggerimenti veloci per utilizzarlo in cucina, innanzitutto potete farne una spremuta fresca la mattina prima di colazione, vi aiuterà a depurare il vostro organismo. Oppure mangiarlo a fette e, se non amate il sapore leggermente amaro, addolcirlo con qualche goccia di miele.
Ideale anche per accompagnare delle insalate fantasiose, tagliato a fettine insieme ad avocado e pomodorini o con un’insalata misticanza e finocchi. Ad esempio pelato al vivo e tagliato a rondelle, il pompelmo è ottimo anche come accompagnamento per piatti di pesce.

ricette-cortobio


La ricetta Facile e Veloce:

 

Antipasto pompelmo e code di gambero

Antipasto di Pompelmo e gamberi

Ingredienti
Gamberetti 200 gr, Erba cipollina fresca, Maionese 4 cucchiai, Pomodoro concentrato 1/2 cucchiaio, 2 Pompelmi rosa, Salsa worcester 1 cucchiaino, Tabasco.

Preparazione
Mescolate 4 cucchiai di maionese con mezzo cucchiaio di concentrato di pomodoro, qualche goccia di Tabasco e un cucchiaino di salsa Worcester.
Lavate e sgusciate 200 g di gamberetti freschi, tagliateli a metà o a piccoli tranci. Sbucciate 2 pompelmi rosa e tagliateli in senso orizzontale, ricavandone 8 fette spesse. Pelatele al vivo, poi distribuitevi sopra i gamberetti. Completate con la maionese aromatizzata e qualche stelo di erba cipollina tagliuzzata.

(credits: Donna Moderna)

 

Altre ricette:

Torta al pompelmo rosa

Torta al pompelmo rosa
Ingredienti
100 grammi di fecola di patate, 100 grammi di farina 00 più un poco per lo stampo, 4 uova, 200 grammi di zucchero, Mezza bustina di lievito in polvere, 1 pompelmo di circa 200 grammi con la buccia non trattata (da agricoltura bio), 30 grammi di zucchero a velo
1 pizzico di sale, Burro per ungere.

Preparazione
1. Lava il pompelmo, grattugiane la buccia in un piattino (senza la parte bianca che è amara), poi spremilo e mantieni il succo da parte.
2.Sguscia le uova separando gli albumi dai tuorli, metti il sale negli albumi e lo zucchero nei tuorli.
3.Monta gli albumi a neve ferma con lo sbattitore (se procedi a mano, continua per almeno 10 minuti) e tieni da parte.
4.Monta i tuorli con lo zucchero in modo da ottenere un composto soffice e spumoso, poi aggiungi scorza e succo di pompelmo, gradualmente, sempre mescolando.
5.Setaccia insieme fecola, farina e lievito, e incorporali delicatamente alle uova.
6.Termina aggiungendo anche i bianchi d’uovo a neve, aiutandoti con un cucchiaio di legno e con movimenti delicati dal basso verso l’alto, in modo da non sgonfiare il composto.
7.Passa in forno già caldo a 180° per 30 minuti (fai la prova dello stecchino, infilandolo in mezzo dovrà uscire asciutto: se così non fosse abbassa la temperatura del forno a 170 e continua la cottura per qualche altro minuto)
8.Sforna la torta e fai raffreddare, poi copri con lo zucchero a velo e servi.

(credits: Butta la Pasta)

Torna all'inizio