ctm-agrofair-banane-equo-solidali-cortobio

Nella cassetta di Cortobio arriva una novità: le banane equo e solidali biologiche di CTM Agro Fair, una società che si occupa della distribuzione del prodotto fresco di Ctm Altromercato. Le banane sono un ottimo sostituto in questo periodo in cui la produzione locale di frutta di stagione scarseggia, non solo, sono anche un prodotto che ci permette di sostenere l’economia solidale.
L’introduzione delle banane equo solidali è un progetto sperimentale che verrà avviato nei mesi di aprile e maggio, nei quali vorremmo raccogliere le vostre opinioni (è possibile comunicarne l’esclusione).

 

Perché introdurre un prodotto del commercio equo e solidale?

Prima di fare questo passo, ci siamo chiesti se fosse una scelta giusta introdurre un prodotto esotico non proveniente dalla nostra filiera locale. Abbiamo preferito chiederlo a voi! Se vi ricordate l’anno scorso vi avevamo sottoposto un questionario di valutazione del servizio, chiedendo il vostro parere in merito alla possibilità di introdurre, in periodi di scarsa produttivà locale, prodotti equo-solidali biologici certificati, non coltivati in Italia.

 

cortobio-coop-solidarieta-botteghe-dei-popoli-banane-solidali-brescia

Il progetto nasce dalla sinergia con la Cooperativa Solidarietà di Brescia, fondatrice delle “Botteghe dei Popoli” i negozi del commercio equo-solidale nella nostra città, la quale ci aiuterà nel reperimento del prodotto fresco CTM. Questa collaborazione è per noi, non solo una questione di prodotto, ma una scelta di condivisione dei valori dell’economia solidale, che vorremmo fare insieme a voi. Il nostro diventa un supporto ai piccoli produttori che nel mondo fanno agricoltura sostenibile, nonostante la concorrenza spietata delle grandi multinazionali.

Cos’è il commercio equo solidale?

Il commercio equo e solidale, o fair trade, è una partnership economica basata sul dialogo, la trasparenza e il rispetto, che mira ad una maggiore equità tra Nord e Sud del mondo attraverso il commercio internazionale.

 Il fair trade contribuisce ad uno sviluppo sostenibile complessivo attraverso l’offerta di migliori condizioni economiche e assicurando i diritti per produttori marginalizzati dal mercato e dei lavoratori, specialmente nel Sud del mondo.


Scopri nel dettaglio i principi del Commercio equo e solidale.

 

Se voglio mangiare una banana, che banana compro?

 

Le banane del mercato tradizionale

condizioni-lavoro-sfruttamento-mercato-bananeAttualmente, oltre il 65% della produzione mondiale di banane è in mano a sei paesi: India, Brasile, Cina, Ecuador, Filippine ed Indonesia. Le produzioni dell’America centro meridionale sono le più estese e sono controllate direttamente o indirettamente (tramite joint venture) da un oligopolio di 5 società multinazionali che impiegano tecniche di produzione intensive, dove la manodopera è pagata a salari molto bassi, oltre alle pessime condizioni di lavoro.

sfruttamento-lavoro-banana

Se andiamo a scomporre il prezzo finale pagato dal consumatore per queste banane solo il 5% va all’agricoltore, mentre ai braccianti tra l’1 e il 2%. Le multinazionali adottano, infatti, dei modelli di filiera verticali, dove l’ultimo anello della catena sono produttori indipendenti con cui stipulano contratti di fornitura, scaricando su di loro i rischi sociali e ambientali legati alla produzione agricola. Inoltre, essendo la banana, un frutto vulnerabile nelle piantagioni viene fatto largo uso di pesticidi, fungicidi e fertilizzanti chimici. Vogliamo mangiare questa banana che in America latina è nota come la “fruta quìmica”?

 

Esiste un’alternativa…

 

Le banane CTM Agrofair

banane-bio-equo-solidali-cortobioLe banane Cavendish che trovate in cassetta provengono da piccoli produttori come Grupo Hualtaco, Piura, una cooperativa che riunisce un piccolo gruppo di produttori, situata nel Nord del Perù al confine con l’Ecuador. La coltivazione di banane è stata introdotta in questa zona dopo la riforma agraria attuata dal Governo Peruviano negli anni ’70 che ha portato alla ridistribuzione delle terre tra i vari campesinos.  Grazie al commercio equo i produttori di Grupo Hualtaco hanno migliorato le proprie condizioni di vita.

Le banane sono certificate biologiche (BCS, OKO GARANTIE, GMBH Germany).

Ecco chi le produce e come, clicca QUI!

 

Cos’è CTM Agrofair?

mercato-banane-equo-solidali-fair-tradeCtm Agrofair è nata a seguito di un percorso avviato nel 2000 quando Ctm Altromercato realizza la campagna “Banane Scatenate”, in cui denuncia le condizioni di sfruttamento dei lavoratori delle piantagioni di banane in tutto il Sud del Mondo.
 Una campagna sostenuta in 200 piazze italiane dalla rete delle “Botteghe del Mondo” associate a Ctm, dove si chiedeva ai cittadini di sottoscrivere un appello da inviare alle principali catene di distribuzione per chiedere l’introduzione nei negozi di banane del Commercio Equo e Solidale. L’adesione fu enorme, e di lì a poco le prime “banane altromercato” fecero la loro comparsa sugli scaffali dei supermercati italiani.

Ctm Agrofair e il Commercio Equo e Solidale vogliono spezzare le catene dei coltivatori di banane, garantendo l’accesso al mercato a banane prodotte secondo criteri sociali, ambientali ed economici più equi.

filiera-banane-solidali-ctm-produttori