Abbiamo i vincitori del contest di ricette!

 In NEWS SU CORTOBIO

Il contest di ricette 2020 si è concluso e non ci resta che rendervi partecipi delle belle ricette dei vincitori e non solo…

Infatti proprio per premiare la bella inventiva dei partecipanti, vogliamo rendere pubbliche anche altre ricette, degne di lode e condivisione, ogni giudice ha espresso voti e preferenze e per quelle escluse dal podio…il bacio accademico!

VEDIAMOLE INSIEME!

PRIMO PREMIO

TORTELLINI DOLCI DI MARIA PAPIS

Di questa ricetta ci è piaciuto tutto, ingredienti, originalità, presentazione…insomma avremmo voluto fosse un concorso con assaggi dal vivo, perché sono proprio invitanti questi tortellini dolci, Maria complimenti ci hai conquistato al primo colpo!

ECCO LA RICETTA

INGREDIENTI

PER LA PASTA:

  • 150g di farina di semola integrale
  • 75g di acqua fredda
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero con qualche seme di vaniglia
  • una punta di curcuma

PER IL RIPIENO:

  • 100g di ricotta di qualsiasi latte anche alternativo
  • 5 gherigli di noci
  • 5 datteri medjoul
  • ½ scorza d’arancia grattata
  • 2 cachi maturi
  • cioccolato fondente a piacere

PROCEDIMENTO

partiamo con la pasta dei nostri tortellini dolci, misceliamo con l’aiuto di una forchetta, in una terrina, acqua, olio, zucchero e curcuma. incorporiamo la farina poco per volta lavorandola da prima nella ciotola e poi spostandoci sul piano da lavoro ed impastiamo per qualche minuto fino ad ottenere un impasto liscio elastico e ben asciutto che ci cureremo di far riposare coperto da un canovaccio per una quindicina di minuti.

Intanto che la nostra pasta riposa tritiamo finemente a coltello i datteri e i gherigli di noci e uniamoli alla ricotta e alla grattata di scorza d’arancia

Peliamo e frulliamo con un mixer ad immersione i nostri cachi con l’aggiunta di qualche goccia di succo d’arancia e riponiamo in frigorifero coperto con pellicola fino a che non sarà il momento di servire il nostro dolce.

… a questo punto è tutto pronto… tiriamo la pasta a media misura e creiamo i nostri tortelli della forma e dimensione che più ci piace (io consiglio di stare sulla taglia XL) cuociamoli in acqua bollente leggermente salata per 2 minuti, scoliamoli bene serviamoli assieme alla salsa di cachi… questo è il momento di osare con una grattatina di cioccolato fondente che ci sta decisamente bene.

Ed ecco qua che un primo piatto diventa un dessert, vi assicuro, lascerà piacevolmente stupiti tutti i palati della vostra tavola.

SECONDO PREMIO

SPATZLE DI ZUCCA CON BROCCOLETTI E MANDORLE SU CREMA DI PORRI DI MATTEO VENTURELLI

Ci ha entusiasmati per l’originalità, la scelta degli ingredienti, i colori…insomma è una di quelle ricette che sicuramente faremo, incuriositi da questa bella novità di creare gli spatzle, notoriamente di spinaci, con la zucca, un vero omaggio alla stagionalità, bravo Matteo!

ECCO LA RICETTA

INGREDIENTI

– 300 gr di zucca iron cup pulita
– 1 uovo
– 150 gr di farina tipo 2
– 100 gr di porri
– 50 gr di ceci cotti
– 50 gr mandorle a lamelle
– 200 gr di broccoletti
– Olio evo
– Sale e pepe qb.

PROCEDIMENTO

L’impasto degli spätzle: accendere il forno a 200°C, rivestire una teglia di carta forno e adagiarvi la zucca Tagliata a fette. Cuocere la zucca per circa 20 minuti coprendola con un foglio di alluminio.
Quando la zucca sarà cotta, estrarre la teglia dal forno e lasciarla raffreddare. In un mixer inserire la zucca, un uovo, sale qb. Frullare il tutto finchè il composto diventa omogeneo. Estrarlo dal mixer e riporlo in una ciotola, dopodichè aggiungere poco alla volta la farina in modo da ottenere un impasto morbido e addensato. Lasciar riposare l’impasto 15 minuti.
La crema di porri: pulire e tagliare i porri a rondelle, metterli in un pentolino insieme ai ceci e quattro cucchiai di olio. Lasciar ammorbidire i porri per qualche minuto, successivamente aggiungere acqua sufficiente a coprire porri e ceci. Cuocere per 10 minuti e frullarli con un frullatore a immersione, ottenendo la crema.
Pulire i broccoletti e tagliare le cime, passarle in padella qualche minuto con un filo d’olio, lasciandole croccanti. A parte tostare le mandorle.
In una pentola portare ad ebollizione l’acqua per cuocere gli spätzle. Con l’apposita mandolina posta sopra la pentola formare gli spätzle. Una volta emersi dall’acqua scolarli e saltarli in padella insieme ai broccoletti. Impiattare prima la crema di porri ancora calda, a seguire gli spätzle e completare con una manciata di mandole tostate.

TERZO PREMIO

L’ORTO SUL MARE DI VALENTINA CANCELLI e ANTONIO FINAZZI

Filetto di merluzzo su zucca iron cup con chips di radicchio rosso su letto di crema di finocchi con riduzione di salsa cicoria catalogna

Un titolo che non poteva che piacerci, una storia dietro la ricetta di Valentina, assistente del suocero chef, Antonio, che ha sapientemente creato una ricetta davvero interessante, in un tripudio di stagionalità e salute, bravi!

ECCO LA RICETTA

Filetto di merluzzo
– passare in padella il filetto di merluzzo con aglio e un filo di olio
– far indorare e girare il filetto di merluzzo
– aggiungere vino bianco e succo di limone (o lime)
– coprire e cuocere per 5 minuti

Zucca iron cup
– tagliare una fetta di zucca alta 3 cm
– passarla in padella con aglio, olio e vino bianco (aggiungendo un po’ di acqua)
– coprire e lasciare cuocere per 10 minuti

Chips di radicchio rosso
– tagliare alcune foglie di radicchio rosso a julienne
– saltarle velocemente in padella con un filo di olio

Crema di finocchi
– far rosolare la cipolla con un filo di olio,
– aggiungere la dadolata di patate (100gr), il finocchio pulito e tagliato (200gr), l’acqua (400gr) e dado
– far cuocere per 30 minuti a fuoco medio
– una volta raffreddata, usare il mixer per ottenere una crema

Salsa cicoria catalogna
– pulire la cicoria catalogna togliendo la parte bianca e tenendo solamente le foglie verdi
– sbollentarle in acqua per mezzo minuto
– farle raffreddare in acqua fredda
– usare il mixer con un po’ di acqua e sale ed infine frullarle fino ad ottenere una salsa verde

Impiattamento
– posizionare la fetta di zucca al centro del piatto
– adagiarvi il filetto di merluzzo
– condire con chips di radicchio rosso
– versare la crema di finocchi a contorno
– decorare con gocce di salsa di cicoria catalogna
– terminare con un pizzico di sale grosso, pepe e un filo di olio a crudo
– gustare..Buon appetito!

ED ECCO I BACI ACCADEMICI DEI GIUDICI A 4 RICETTE SPECIALI

 

Tiramisu d’autunno di Ornella Migliorati si aggiudica la menzione speciale di Giulia per la felice combinazione del caco con la crema a base d’uovo

Ingredienti per 8 persone
Amaretti 300 g
Mascarpone 500 g
Uova 4 medie
Zucchero 80 g
Cachi maturi 3
Cioccolato fondente q.b.
Cannella in polvere q.b.

Preparazione
1. Sbriciolate grossolanamente gli amaretti.
2. Unite i tuorli allo zucchero mescolando energeticamente con un cucchiaio; aggiungete il
mascarpone e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
3. Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale. Dovrete montarli a neve ben ferma,
otterrete questo risultato quando rovesciando la ciotola la massa non si muoverà.
4. Unite gli albumi montati al composto mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
5. Sbucciate i cachi e frullateli fino ad ottenere una crema.
6. Tritate del cioccolato fondente da usare come guarnizione.
7. E’ arrivato il momento di assemblare gli strati del nostro tiramisù d’autunno. Iniziamo
con uno strato di amaretti sbriciolati, uno strato di crema al mascarpone, uno strato di
crema di cachi (sulla crema di cachi spolverate un pizzico di cannella) e una spolverata di
cioccolato fondente a scaglie. Ripetiamo un’altra volta.
8. Lasciate riposare in frigorifero per almeno un’ora e …. Mmmmmmhhhhhh!!

 

Gnocchi di radicchio di Samantha Adami si aggiudica la menzione di Silvia per la storia fotografica della preparazione e del piatto finale

Ingredienti per 6 persone :
• 700 g di radicchio rosso tondo bio
• 350 g di ricotta biologica fresca
• 250 g di patate di montagna bio
• 50 g di parmigiano grattugiato
• 80-100 g di farina di ceci bio
• succo di mezzo limone bio
• 1 uovo biologico
• mezzo spicchio di aglio bio
• sale e pepe qb.
Per servire :
• 50 g di burro biologico
• 60 g di cucchiai di anacardi al naturale
• timo qb.
• pepe qb.
Procedimento :
Mettere a lessare le patate, successivamente sbucciarle e schiacciarle con una forchetta.
Tagliare il radicchio a listarelle sottili, saltarlo in padella con un filo di olio e mezzo
spicchio di aglio per pochi minuti.
Toglierlo dal fuoco, salarlo e condirlo con il succo di mezzo limone.
Successivamente frullarlo a crema e versarlo in un colino in modo che perda l’acqua in
eccesso.
In una ciotola unire le patate schiacciate, la ricotta, la crema di radicchio, il parmigiano
grattugiato e l’uovo.
Amalgamare il tutto e regolarlo con sale e pepe.
Unire poco per volta la farina, fino a raggiungere una consistenza morbida che permetta di
formare gli gnocchi.
Formare gli gnocchi aiutandosi con due cucchiai, successivamente cuocerli in acqua
bollente leggermente salata, finché non vengono a galla, circa per qualche minuto.
In un padellino sciogliere il burro, aggiungere il timo e gli anacardi, unire gli gnocchi e
rosolali nel condimento.
Servire gli gnocchi con una spolverata di pepe.

Sformatino di carciofi di Alberto Poli si aggiudica la menzione speciale di Alessandra per la scelta degli ingredienti, semplici ma allo stesso tempo ricercati e molto ben abbinati

Sformatino di carciofi e quinoa con polvere di cappero, servita con salsa di avocado, caprino, lime e cipollotto e chips di zucca e batata

Sformatino di carciofi e quinoa. Togliere le foglie esterne dai carciofi fino a trovare il cuore morbido, tagliarli a metà, togliere la barba con un cucchiaino e mettere in una ciotola con acqua, limone e poco vino bianco. Tagliare a pezzetti piccoli e soffriggere 10’ circa in olio evo insieme a cipolla rossa, portare successivamente a rammollimento con sola acqua e sale. Cuocere intanto la quinoa in acqua con rapporto quinoa/acqua 1/4. Raggiunto un buon punto di rammollimento frullare i carciofi.

Mettere in una ciotola 2 uova e montarle abbastanza a lungo con la frusta elettrica fino ad ottenere una consistenza spumosa e incorporare delicatamente i carciofi frullati e la quinoa con sale e poco pepe. Oliare gli stampini da sformatino e riempirli fino a ¾. Cuocere in forno caldo a circa 200°C per circa 20’ + 5’ di grill.

Polvere di cappero. Semplicemente fatta essicando a lungo in forno (2 ore) a circa 80°C una manciata di capperi sotto sale lavati e asciugati bene. Delle 2 ore, 20’ con forno nella posizione grill.

Salsa di avocado, caprino, lime e cipollotto. Mettere nel frullatore un avocado piccolo maturo, un cucchiaio di formaggio caprino morbido, il succo di mezzo lime, un cipollotto piccolo e olio evo a sufficienza per ottenere una consistenza cremosa. NOTA: in questa occasione, visto che avevo i carciofi ho sostituito parte dell’olio con del brodo ottenuto cuocendo i gambi dei carciofi che noi mangiamo volentieri a parte.

Chips di zucca e batata: entrambe tagliate molto sottili e fatte cuocere al forno nella posizione grill con teglia alta per circa 20’ rigirandole dopo 10’. La zucca rimane leggermente bagnata quindi preferisco sminuzzarla mentre la batata cuoce bene a fettine sottili

 

Rape rosse marinate di Raffaella Papetti si aggiudica la menzione di Jurij per la creatività e l’abbinamento di prodotti di stagione

RAPE ROSSE MARINATE E COTTE AL FORNO, SU CREMA DI CECI, CON BRICIOLE DI PANE CROCCANTE, CHIPS DI CAVOLO NERO E MAIONESE VEGANA ALLO ZENZERO:

Un piatto che può essere un antipasto, o perché no un piatto unico per una cena leggera. Un’esplosione di sapori che ricordano i pranzi dei contadini, dei nostri nonni.

Varie preparazioni, anche se semplici, prodotti abbinati in modo da regalare al palato una piacevole sensazione, data dalle diverse densità delle preparazioni: la morbidezza della crema di ceci, la freschezza delle rape, rese più golose dalla cottura al forno, la croccantezza del pane e delle chips di cavolo nero, con una nota di piccante data dallo zenzero presente nella maionese.

Provare per credere!

Ingredienti: 

  • 2 rape rosse
  • 1/2 ARANCIA
  • 1/2 POMPELMO
  • 100 gr di ceci
  • 1 carota
  • 1 pezzetto di gambo di sedano
  • 1 fetta di pane nero
  • 2 foglie di cavolo nero
  • 25 ml di bevanda vegetale
  • 50 ml di olio di semi
  • 1 cucchiaio di estratto o succo di zenzero
  • sale
  • olio extra vergine d’oliva
  • sesamo nero q.b.

PER LE RAPE:

Togliere la buccia alle rape, lavare bene e tagliare a cubetti. Metterle a marinare nel succo di mezza arancia, mezzo pompelmo e un cucchiaio d’olio, almeno per un paio di ore.

Successivamente asciugare tamponando con della carta, disporre in una teglia foderata di carta forno, salare, pepare e cuocere per mezz’ora a 180 gradi.

CECI:

In una pentola cuocere i ceci (precedentemente ammollati) con l’aggiunta di una carota, un pezzetto di sedano e un pizzico di sale. Una volta cotti scolare, tenendo da parte un bicchiere di brodo. Frullare i ceci, aggiungendo un po’ del brodo tenuto da parte nel caso fossero troppo asciutti, deve risultare proprio una crema.

CAVOLO NERO:

Pulire le foglie e ricavare dei pezzetti, che vanno adagiati su una teglia, foderata di carta forno. Salare poco, una macinata di pepe nero e una spruzzata di olio extra vergine d’oliva. Infornare a 20 gradi per 15 minuti.

BRICIOLE DI PANE NERO:

Tritare grossolanamente una fetta di pane nero, far tostare le briciole in una padella antiaderente finché non saranno ben croccanti.

MAIONESE VEGANA ALLO ZENZERO:

Frullare 20 gr di bevanda vegetale (soia, riso o avena) insieme a 50 ml di olio di semi e a un cucchiaio di succo di zenzero.

IMPIATTAMENTO:

Nel piatto adagiare la crema di ceci, aggiungere qualche cubetto di rapa, coprire con le briciole di pane croccante e qualche chips di cavolo nero.

A parte servire la maionese allo zenzero e aggiungere a piacere qualche semino di sesamo nero.

Il nostro cuore di giudici è poi stato messo alla prova da tante altre ricette, che ci hanno intenerito, incuriosito, insomma il nostro apprezzamento va a tutti voi e pertanto in attesa di elaborare l’e-book con TUTTE le ricette, vi diamo un’anteprima di quante altre belle ricette potrete vedere!

Post recenti