asparagi

Belli vero? Sono gli asparagi colorati!

Siamo stati in provincia di Padova, presso l’azienda agricola “Il Bio di Vasco”, e ci siamo portati a casa degli splendidi asparagi colorati, sono bellissimi e ovviamente buonissimi.

asparagi
L’azienda vanta generazioni di coltivatori, dal 1900 ad oggi una passione per la terra che cresce e che diventa sempre più armoniosa con l’ambiente e la natura. Infatti dal 2004 si convertono al biologico e si descrivono così:
“abbiamo abbracciato l’agricoltura biologica, l’unica che possa permetterci di continuare a mettere in pratica la secolare esperienza che ci lega alla campagna.
Dalle nostre coltivazioni abbiamo bandito qualsiasi trattamento chimico. Il primo obbiettivo è quello di fare crescere la fertilità di quel fantastico laboratorio naturale che è la terra. Questo è il punto fermo sul quale abbiamo impostato il nostro modo di pensare e di agire.”

Come non condividere a pieno queste sagge parole? Con gioia dunque vi portiamo in cassettina questa settimana gli asparagi, e non ci siamo accontentati della varietà verde, ma vogliamo farvi assaggiare anche la viola e la bianca.

Cosa cambia? Il gusto, ma non le molteplici proprietà, perchè è bene ricordare che gli asparagi sono una ricca fonte di vitamina C, di fosforo e di altri minerali amici del nostro organismo come il calcio e il potassio.

Sembrano poi perfetti per tornare in forma e smaltire qualche eccesso accumulato nella stagione invernale, infatti sono diuretici e drenanti, ottimi dunque per rimettere in moto il metabolismo e sentirsi più leggeri.

L’ideale per assimilare tutti i benefici, e apprezzarne i differenti gusti, sarebbe consumarli crudi, in una bella insalata.

Noi oggi vi vogliamo suggerire questa ricetta sfiziosa che vi sorprenderà.

Asparagi e fragole al balsamico.

 

fragole a asparagi

Ingredienti:

  • asparagi (ca 3 a persona)
  • sale marino integrale
  • fragole 150 gr
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • pepe

Procedimento:

Tagliare con pelapatate gli asparagi e condire con sale e pepe.

Frullare le fragole con l’aceto balsamico, l’olio e il limone e condire così gli asparagi.

Lasciare qualche fragola a pezzettoni per guarnire.

 

Buon appetito con questo insolito connubio di asparagi e fragole…e primavera sia!

miglio 2

Piselli freschi, che belli e che buoni! Oggi in un tortino di miglio.

Sono un vero simbolo della Primavera i tenerei baccelli dei piselli freschi, quando arrivano è sempre festa e se in casa ci sono dei bambini la preparazione del pranzo diventa un gioco utile da fare insieme.

piselli
Come li usiamo?
Possiamo davvero sbizzarrirci, ricordiamoci che possiamo congelarne una parte, se fossero troppi, ma meglio sempre consumarli subito, così non perderemo le numerose vitamine presenti nell’alimento fresco.

Possiamo cuocerli in un sugo, in uno sformato, in umido, leggermente passati in padella e poi ricordiamoci di aggiungerli anche all’insalata, i piselli freschi si possono mangiare anche crudi, e sono davvero buonissimi!
Oggi vi presentiamo un tortino di miglio con piselli e carotine, facile e squisito:

ingredienti:

  • un cipollotto fresco
  • 2 carote
  • 3 manciate piene di piselli freschi
  • olio extra vergine di oliva
  • aromi a scelta tra salvia, rosmarino, timo, maggiorana
  • sale marino integrale
  • 100 gr di miglio decorticato
  • 200 ml di acqua
  • un pizzico di curcuma
  • lievito alimentare in scaglie o parmigiano
  • 200 gr di besciamella

Mettere dapprima a cuocere il miglio, nella quantità di acqua descritta negli ingredienti, aggiungendo del sale e la curcuma. Ci vorranno circa 20 minuti per far assorbire l’acqua, avendo cura di mantenere la fiamma bassa e chiudere con un coperchio.

Nel frattempo tagliare a rondelle il cipollotto (tutto anche la parte verde), e farlo imbiondire con qualche cucchiaio di olio in una padella insieme agli aromi. Fare a cubetti le carote e aggiungerle al cipollotto insieme ai piselli, mescolare bene e far cuocere 10 minuti, aggiungendo un po’ di acqua se necessario. Aggiustare di sale e unire il miglio che nel frattempo avrà assorbito l’acqua.

Insaporire bene il composto anche con lievito alimentare o parmigiano, unire qualche cucchiaiata di besciamella e creare il tortino a strati con la restante besciamella.

Passare in forno per 15 minuti a 180°C.

Avremo così un piatto unico davvero proteico, grazie al miglio e ai piselli.

Buon appetito!

 

miglio 1

 

miglio 2

pomodori cencara

Vi presentiamo Terramatta, produttori speciali di bontà bio

Ci piace condividere con voi ricette, promozioni, prodotti, idee e consigli, ma ci piace anche l’idea di portarvi ad apprezzare la nostra marcia in più, e farvi conoscere più da vicino i produttori che rendono possibile una vera filiera del buon cibo biologico e sostenibile.

Oggi vi portiamo in una bella realtà siciliana, è una cooperativa sociale che si chiama Terramatta, e già il nome è davvero accattivante. Stanno in provincia di Ragusa e là coltivano viti, pomodori, finocchi, biete, spinaci, cipollotti e tutti quegli ortaggi che arrivano da noi quando ancora siamo assopiti nel torpore invernale e non ci sembra vero poter assaporare primizie e sapori di una stagione più calda.

Il bello della biodiversità italiana sta proprio nel poter spaziare tra latitudini differenti che ci permettono di variare molto dal rigore stagionale.

I buonissimi pomodori, varietà cencara, di questa settimana ne sono l’esempio lampante. Quest’anno la stagione è già molto avanzata e in una terra fortunata e baciata dal Sole come la Sicilia, i pomodori sono già una realtà di coltivazione a pieno ritmo, e noi siamo felici di potervi offrire i primi pomodori bio, italianissimi e saporiti.

 

pomodori cencara

 

Ma Terramatta non è solo coltivazione biologica, è una realtà che ha a cuore l’obiettivo di integrare persone provenienti da situazioni di disagio sociale, come migranti e persone appena uscite dal circuito penale. Si tratta così di mandare avanti in un unico progetto le tradizioni e la cultura di una terra generosa, con l’amore per la sostenibilità ambientale e quella sociale, trasformando il tutto in ottimi prodotti biologici.

Ecco allora che il contenuto delle cassettine non è solo buon cibo per noi e la nostra famiglia, ma lo è anche per le persone che credono e lavorano in nobili progetti di rispetto per l’ambiente e le persone.

E dunque grazie anche a voi abbonati e sostenitori che rendete possibile questo bellissimo scambio, e condividete con noi la passione per le cose fatte con il cuore.

 

dado 2

Il dado fatto in casa

Già all’arrivo della prima cassettina Cortobio si capisce subito l’enorme differenza con gli ortaggi della distribuzione tradizionale, sapori, consistenze, stagionalità, la sicurezza di non avere pesticidi e altra chimica nel piatto, sono grandi valori che vorremmo estendere anche a tutti i piatti della nostra tavola. Come fare? Un semplice gesto, ma molto efficace, potrebbe essere quello di autoprodurre il dado. Un ingrediente spesso molto usato, per risotti, insaporire verdure, minestre, sformati, cereali in cottura, insomma sicuramente vi sarà capitato di usare il comune dado da cucina. E diciamocelo, se non stiamo più che attenti a leggere le etichette degli ingredienti, a volte anche nei dadi più costosi e addirittura biologici, potrebbero annidarsi sostanze poco desiderate come l’olio di palma, per non parlare del famigerato glutammato di sodio, un ingrediente capace di scatenare reazioni poco gradevoli, prima di tutte le antipatiche emicranie post prandiali.

Oggi vogliamo condividere con voi una semplice ricetta per preparare un ottimo insaporitore, adatto a tutte le preparazioni, semplice, economico e di durata garantita, bastano pochi ingredienti e passaggi. Vediamoli insieme.

Ingredienti

  • 300 gr di sale grosso marino integrale
  • 150 gr di sedano
  • 100 gr di zucchine
  • 100 gr di carote
  • 120 gr di cipolle
  • 1 spicchio di aglio
  • 40 ml di vino bianco secco

dado 1

Tritare tutte le verdure insieme, metterle in un tegame con un fondo alto, o in una pentola antiaderente e aggiungere il sale. Accendere il fuoco, medio, e mescolare bene. Sfumare con il vino e lasciare cuocere, sempre mescolando di tanto intanto, per circa mezz’ora. Stare vicini alla pentola e mescolare per evitare che si il composto si attacchi al fondo.

Trascorso un tempo medio di circa 30-40 minuti, dipenderà dall’acqua presente nelle verdure, assicuriamoci che il composto sia asciutto e a questo punto frulliamo con un robot da cucina.

Il risultato dovrà essere una crema compatta, ma morbida. Se il vostro robot non riuscisse a rompere tutti i cristalli di sale non preoccupatevi, il dado sarà comunque un bel concentrato di sale, che andrà a sciogliersi nelle varie cotture.

Ora mettete la crema ottenuta in vasetti, chiudete e lasciate raffreddare. Conservate in frigorifero tranquillamente anche per 6 mesi, il sale in alte concentrazioni farà da conservante.

E ora potrete utilizzare in tutta tranquillità un dado home made con verdure bio scelte e sicure, per la salute di tutta la famiglia.

dado 2

logo non ti tollero 100px

Cassettine in arrivo a Palazzolo sull’Oglio

Seconda puntata per le novità in Franciacorta.

Dopo l’attivazione di Alchemilla Biomarket a Capriolo, ecco che nasce un altro punto di ritiro davvero strategico e comodo a Palazzolo sull’Oglio.
Il negozio di cui vi parliamo è “Non ti tollero” ed è specializzato in alimenti senza glutine dedicati a chi soffre di intolleranze e allergie, come la celiachia, nota importantissima a tale proposito è la convenzione con l’Asl attivata dal negozio.

Il suo nome originale non passa certo inosservato, così come non si  può rimanere indifferenti davanti ad una grande varietà di prodotti e da tanta cortesia, perchè le recensioni parlano chiaro: qui gentilezza e professionalità non mancano.

logo non ti tollero 100px

 

La titolare Chiara è sempre molto attenta alle novità, e proprio per offrire ai clienti un comodo servizio in più, ha deciso di attivarsi per diventare un luogo di ritiro Cortobio.

Dunque ogni venerdì dalle 17.30 alle 19.30 troverete la vostra bella cassettina da ritirare in via Bergamo, 51 a Palazzolo sull’Oglio (Bs).

Che aspettate ad iscrivervi? Ecco come funziona.

consegna.cortobio

Torna all'inizio