fagiolini al sugo

Fagiolini alla libanese

E chi l’ha detto che i fagiolini si devono consumare solo lessi? Oggi vi suggeriamo questa ricetta sfiziosa e davvero facile, per un contorno saporito e leggero. In Medioriente si utilizzano spesso i fagiolini associati ad un buon sugo di pomodoro, e in effetti sono davvero squisiti.
I fagiolini sono anche dei buoni alleati per la linea, infatti posseggono pochissime calorie, aiutano a controllare il livello di colesterolo nel sangue e sono ricchissimi di minerali e antiossidanti, possiamo dunque consumarli con serenità e in quantità.

fagiolini al sugo
Ecco le dosi per la ricetta:

  • 150 gr di fagiolini
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • origano
  • sale
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • pepe se gradito

Mondare i fagiolini e farli cuocere per circa 8 minuti in acqua bollente e salata.

Scolarli, e mentre li lasciamo raffreddare prepariamo il sugo.

Tagliare a fettine sottili la cipolla e tritiamo l’aglio e facciamoli imbiondire in un tegame con l’olio, l’origano e un goccio d’acqua.

Riduciamo in piccoli tocchi i fagiolini e insaporiamoli nel tegame, aggiungiamo la passata e facciamo cuocere per circa 10 minuti, aggiungiamo il sale e il pepe e serviamo in tavola, saranno ottimi per accompagnare un buon riso bianco.

Buon appetito!

 

 

cetrio 3

Cetrioli più digeribili? Ecco il segreto.

Alzi la mano chi di solito scuote la testa davanti ai cetrioli, e pur amandone il gusto se ne priva a causa della scarsa digeribilità. Siete in molti, e in effetti a volte le cucurbitacee, famiglia a cui appartengono cetrioli e meloni, hanno spesso questa controindicazione. Ed è un vero peccato, i cetrioli sono un simbolo estivo, freschi, gustosi, diuretici e perfetti per restare in forma, hanno infatti pochissime calorie e molta acqua, tutti vantaggi per linea e benessere.
Versatili in cucina, e molto apprezzati nella cucina etnica, oggi vi sveliamo il segreto della tradizione nord africana per renderli amici della digestione, per non dover più rinunciare a questo ortaggi così benefico e saporito.

cetrio2

Ecco il trucco, semplice, ma efficace. Come si procede? Prima di spellare la buccia verde del cetriolo, tagliare gli apici con un coltello, e con l’avanzo sfregare per qualche istante la parte di cetriolo tagliata. In questo modo:

cetrio 3 cetrio 4 cetriolo 1

Dopo poco si intravederà una sorta di sostanza biancastra fuoriuscire dai bordi, ecco una volta eliminata i nostri cetrioli diventeranno molto più facili da digerire.
Se poi vogliamo anche addolcirne il gusto, mettiamoli a bagno in acqua e sale per un’oretta e i cetrioli saranno pronti per essere gustati in leggerezza.

 

 

 

la frutta

La frutta dell’estate è arrivata!

I colori e i sapori dell’estate sono ormai una realtà nelle nostre cassettine. Il torpore e la monotonia dei mesi più trascorsi, lasciano finalmente il passo alla frutta fantasiosa e saporita della bella stagione.

DSCN0660
Tra pesche nettarine, susine precoci di giugno, susine gialle e succosissime, albicocche strepitose e pere coscia, piccole croccanti e dolcissime, c’è davvero l’imbarazzo della scelta, dal risveglio alla merenda possiamo deliziarci con diversi tipi di dolcezze naturali, e così una semplice colazione diventa una vera festa con cereali, jogurt cremoso arricchiti di frutta bio a pezzettoni, e ricordatevi di tenere le bucce. Spesso infatti è proprio mangiando anche la buccia che riusciamo a fare il pieno di vitamine e carotenoidi, contenuti in buona parte parte proprio nella parte esterna del frutto.

Dunque, per provare tutta la nostra bontà, non vi resta che iscrivervi al servizio di consegna a domicilio o nei comodissimi punti di ritiro.


DSCN0664

12091161_871314396321090_1197976691236607828_o

Festa in campagna!

Festeggiamo insieme i nostri 5 anni con un sabato all’insegna dell’aria buona, delle passeggiate e dell’allegria. Vi proponiamo una giornata bucolica presso una delle nostre aziende della Francacorta, Paradello, tra attività per adulti e bambini, visita all’azienda e un pranzo tutto bio da leccarsi i baffi.

11226554_871316696320860_3046871593416903253_n 12091161_871314396321090_1197976691236607828_oIMG_3067 IMG-20140714-WA0061

Quando?

Sabato 25 giugno 2016.

Ecco il programma e le attività previste:

- ritrovo ore 10:00 presso Fattoria Paradello – Rodengo Saiano (BS) Via Paradello n.9
- visita in azienda (orto biologico e allevamento biologico di galline ovaiole)
- laboratorio “Orto in Cassetta” per bambini (quando ti iscrivi ricorda di indicare il numero dei piccoli partecipanti che vorranno partecipare al laboratorio)
- show cooking di cucina naturale con Alessandra Lucentini di Potere ai Fornelli
- a seguire si terrà in Azienda il nostro pranzo bio con i prodotti della fattoria

Costi:

Adulti 25 €

Bambini fino a 10 anni gratis

Ragazzi dagli 11 ai 16 anni 15 €

L’evento è a numero chiuso e pertanto è necessario confermare il prima possibile la propria partecipazione, compilando questo modulo:

Modulo preiscrizione festa 5 anni
  •   Sì
      No
  • Selezionando il checkbox sottostante si dichiara di accettare la normativa sulla privacy.

Vi aspettiamo!!!

 

bana bread

Soffice banana bread!

Le banane che arrivano nelle vostre cassettine sono davvero buonissime e dolci, il segreto sta nella coltivazione biologica e nel commercio fair trade, ovvero equo-solidale, che garantisce a banane e lavoratori ritmi di crescita e di lavoro rispettosi e dignitosi.

Ma cosa fare se le banane sono in esubero questa settimana? O se abbiamo lasciato passare troppi giorni e le banane sono diventate troppo mature con quelle macchie brune poco accattivanti?

Niente paura e niente sprechi, arriva la ricetta di un dolce da colazione così morbido e soffice che non potrete credere che è realizzato con pochissimi e semplici ingredienti, eccoli qua:

 

  • 4 banane mature
  • 350 gr di farina semintegrale
  • 100 gr di zucchero di canna bio
  • 75 ml di olio di mais o riso
  • 50 ml di latte vegetale a scelta
  • vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale
  • una bustina di lievito per dolci

 

procedimento:

preriscaldare il forno a 180 ° C

schiacciare le banane con una forchetta, aggiungere olio, latte e zucchero e mescolare energicamente, se avete un robot da cucina mettete tutti questi ingredienti insieme e frullate qualche istante.

Aggiungete la farina setacciata insieme al lievito e alla vaniglia, e in ultimo un pizzico di sale.

Amalgamate bene il tutto.

Foderate uno stampo da plumcake con carta forno, adagiateci l’impasto e fate cuocere per circa 40 minuti, ma fate sempre la prova stecchino, dipende molto dal tipo forno che usate.

Ed ecco un dolce perfetto per essere inzuppato nel latte a colazione, e potete anche tagliarlo a fette e tostarle qualche istante nel forno, avrete così delle fette biscottate molto gradevoli e profumate.

Buon appetito.

bana bread   banana 2

Torna all'inizio