ananas

Buon anno con i nostri dolcissimi ananas!

Questa settimana per augurarvi un fantastico anno nuovo volevamo stupirvi con effetti speciali
Ed ecco con grande gioia che nell’ultima cassettina dell’anno, siamo riusciti a portarvi dei profumati e dolcissimi ananas!

ananas
Che festa! Gustateli freschi e succosi appena tagliati, assicurandovi del  giusto grado di maturazione, si capisce dalla colorazione leggermente giallastra della buccia esterna, dunque se l’ananas in vostro possesso fosse molto verde, attendete qualche giorno.
Certamente per questi frutti non possiamo vantare un km zero, ma sappiamo che in un giorno di festa un piccolo strappo possiamo concedercelo, per la gioia di gustare prelibatezze e sapori di paesi lontani. E’ tradizione di molte famiglie stupire parenti e amici con frutti esotici, e siamo certi che tra cedri, mandarini e arance sicilianissime una fetta di ananas darà quel tocco di festa amato da tutti.

E per chi non riuscisse a consumare tutta l’ananas fresca, ecco una ricetta per sformare una torta delicata e profumata, perfetta per il te o la colazione:

Torta rovesciata all’ananas

 torta anans

Ingredienti:

  • 100 gr di zucchero di canna + 3 cucchiai per caramello
  • 100 di olio di mais o di girasole deodorato
  • 250 gr di farina 0
  • 1 vasetto di yogurt di soia
  • 150 ml di latte vegetale a scelta, avena ad esempio va benissimo
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • vaniglia in polvere un pizzico
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • una decina di fette di ananas
  • brandy qb
  • 200 ml di acqua
  • 3 cucchiai di zucchero di canna

Procedimento:

In un padellino scaldare i 3 cucchiai di zucchero con un po’ di acqua, fino a fondere bene lo zucchero rendendolo leggermente brunito, velocemente poi trasferire il caramello sulla teglia (se non è di silicone, foderatela con carta forno).

Distribuire in modo omogeneo il caramello e adagiarci sopra le fette di ananas.

Iniziamo mescolando dapprima tutti i liquidi con lo zucchero, poi aggiungiamo la farina, l’amido di mais, la vaniglia, il sale e il lievito.

Il composto dovrà risultare abbastanza cremoso, ma non fluido. Se dovessi notare una certa difficoltà a mescolare gli ingredienti, aggiungi tranquillamente del latte vegetale.

In ultimo frulla tre fette di ananas.

Ora versiamo il composto sulla teglia dove abbiamo adagiato caramello e fette di ananas.

E via inforno per circa 40 minuti a 170° C. Ora prepariamo lo sciroppo per la torta, sciogliendo i tre cucchiai di zucchero nell’acqua, unire il brandy e assaggiare.

Fai la prova con lo stecchino per verificare la cottura della torta.

Una volta sfornata, lasciamo raffreddare per circa 15 minuti, versiamo poi, prima di rovesciare la torta, lo sciroppo al brandy. Non lasciatevi intimorire dalla quantità di liquido, versate in modo omogeneo e la torta assorbirà piano piano.Il profumo sarà davvero intenso e sarà difficile resistere

Quando la torta sarà ben fredda, rovesciate su un bel piatto.

Vi auguriamo un dolcissimo nuovo anno!

papis

Ecco i vincitori del contest “Le Bio ricette di Natale”!

Rullo di tamburi, squilli di trombe! Eccoci arrivati al verdetto finale del contest!

E’ stato davvero difficile scegliere, avremmo voluto premiare tutti! Ci sono arrivate tante ricette, curate, deliziose, descritte con amore e dovizia di particolari e ingredienti ricercati. Abbiamo capito che il nostro pubblico è davvero speciale! Siete attenti alla stagionalità, alla salute in tavola, alla semplicità così come alla cucina più chic, insomma siete dei super cuochi, complimenti!!

E ora bando alle ciance, tiriamo fuori i nomi, e sveliamo anche che abbiamo aggiunto due premi, quindi i vincitori sono 5 e non 3, non potevamo resistere…

Signore e signori, ecco i nomi:

1 PREMIO_CORTOBIO

vince un abbonamento a Cortobio

Maria Papis con la sua Millefoglie di brisèe con semifreddo ai cachi e dadolata di pere al vin brulè

una ricetta che sfida le leggi di gravità, una composizione che ci ha conquistato per la bellezza e soprattutto la golosità

papis

2 PREMIO_CORTOBIO

vince una cassetta GRANDE mista

Francesca Viola con Triangolini di fagioli con morbido ripieno di patate al forno, porri,
curcuma e pepe nero profumati alla nocciola, su letto di cavolo viola
alla vaniglia, polvere di acai ed emulsione raw al broccolo.

Questa ricetta è un vero tripudio di originalità, benessere e colori

Viola

 

3 PREMIO_CORTOBIO

vince una cassetta MEDIA mista

Andrea Fanelli con Crema di zucca con zenzero e mele

Questa ricetta ci ha colpito per la cura della presentazione e dell’esecuzione, la semplicità e la stagionalità degli ingredienti, un vero e proprio comfort food

Fanelli

 

E ora passiamo alle menzioni speciali, delle ricette che si sono piaciute moltissimo e che non potevamo non far salire sul podio, dunque:

vince una cassetta PICCOLA mista

Raffaella Papetti con la sua solare e festosa ricetta Girasoli alla zucca con crema di porri e ricotta

Processed with MOLDIV

 

vince una cassetta di AGRUMI MIX

Annalisa Todeschi con l’originale Millefoglie di verdure di stagione

Todeschi

Un grazie grandissimo a tutti voi, fantastici clienti, sostenitori e simpatizzanti per averci inviato con tanto amore le vostre ricette natalizie, a presto per una raccolta di tutte le ricette che darà risalto alla vostra bravura.

Da tutta la giuria i migliori auguri di BUONE FESTE

marmellata di  cedro

La bontà del cedro in una speciale marmellata

Per queste settimane natalizie vogliamo portare sulle vostre tavole le preziose virtù del cedro, un agrume poco conosciuto, ma davvero squisito.
Il cedro si presenta come un grosso limone, ma si capisce subito che di limone non si tratta. Ha una buccia piuttosto grezza e bitorzoluta, che se grattugiata sprigiona un profumo inebriante, perfetto per aromatizzare dolci come creme e paste frolle, o semplicemente in infusione con un buon te nero.
Ricco di polifenoli, vitamine e minerali svolge un’azione antiossidante su tutto l’organismo, combatte il colesterolo cattivo, è molto purificante per l’intestino, magari messo un po’ a dura prova dai meeting natalizi, e agisce positivamente sulla pressione arteriosa, evitandone sbalzi eccessivi.
Come primo utilizzo vi abbiamo già accennato alla possibilità di gustarlo crudo a fettine in insalata, e oggi, visto il clima di feste vogliamo suggerirvi questa idea regalo, una speciale marmellata, profumata e originale, ecco le dosi:

  • 800 gr di cedro bio, con tutta la buccia (se non abbiamo tutto il peso aggiungiamo delle arance bio)
  • 250 gr di zucchero di canna bio

Procedimento:
lavare bene e spazzolare la buccia degli agrumi. Tagliare a fettine sottili tutto il frutto, la scorza, la parte bianca e la polpa, eliminando gli eventuali semi.
Cuocere con lo zucchero per circa 10-15 minuti. Decidere se frullare o lasciare a pezzettoni.
Invasare in barattoli di vetro ben puliti e procedere con la sterilizzazione, facendo bollire i vasetti per 50 minuti, lasciar raffreddare nella pentola e poi conservare…o regalare.

 

Da tutto lo staff di Cortobio un dolce, dolcissimo Natale
marmellata di  cedro

BOX_REGALO_CORTOBIO

Contest “Le bio ricette di Natale”

Tempo di pensare ai regali… mandaci una ricetta e vinci un abbonamento per te e le persone che ami!

NATALE_CONCORSO_CORTOBIO

Siamo lieti di presentarvi il nostro contest di ricette: “Le bio ricette di Natale”!

In realtà siamo molto più che lieti, un po’ gasati diremmo, vi presentiamo un vero e proprio concorso, con in palio dei ricchi premi firmati Cortobio.

 

Partecipando al contest potrai vincere:

1 PREMIO_CORTOBIO

un abbonamento mensile a Cortobio, ovvero ben 4 arrivi di una cassetta piccola mista di frutta e verdura biologica

2 PREMIO_CORTOBIO

una cassetta grande mista di frutta e verdura biologica

3 PREMIO_CORTOBIO

una cassetta monoprodotto di fantastici agrumi di Sicilia bio

 

Come funziona:

Inviaci la foto e la ricetta di una tua specialità, sia dolce che salata, realizzata con frutta o verdura di stagione, una giuria di specialisti la valuterà secondo i seguenti parametri:

 

REGOLE CONCORSO_CORTOBIO

 

 

IN GIURIA_CORTOBIO

Jurij Bonomo // responsabile Cortobio
Alessandra Lucentini // foodblogger di Potere ai fornelli ed esperta di cucina naturale
Silvia Frigoli // fotografa e graphic designer

Le foto e le ricette, dovranno pervenire entro il 18 dicembre alla seguente mail: info@cortobio.it
Assicurati di inserire il tuo nome e cognome e numero di telefono.
Le migliori ricette verranno selezionate e inserite in un e-book scaricabile gratuitamente dal sito di Cortobio.

Affrettati, il tuo regalo ti aspetta!

BOX_REGALO_CORTOBIO

puntarelle

Sono arrivate le famose puntarelle!

Con i primi freddi eccole qua le tanto amate quanto temute verdure amare: cicorie, catalogne, puntarelle…sono le regine di questi mesi.

Ma diciamolo, a volte quando arrivano in cassetta ci fanno sospirare…e adesso come le cucino? Come le lavo? Devo tagliarle? Non ci stanno in pentola! Che ricette vado a pescare per mettere d’accordo tutta la famiglia?

puntarelle

Innanzitutto rispondiamo alla fatidica domanda: ma le puntarelle esattamente cosa sono? La cicoria o catalogna puntarelle, detta anche cicoria cimata, presenta al suo interno alcuni germogli croccanti, le puntarelle. Dal gusto lievemente amaro, sono davvero squisite da provare in pinzimonio o in insalata, potete tagliarle a striscioline o lasciarle interi, per un originale antipasto finger-food.

cimette puntarelle

Diciamo che il modo migliore per gustare il sapore rustico e amarognolo di queste verdure, il che le rende poco amate dai più piccoli, è quello di farle comunque cuocere poco, per preservarne sopratutto le vitamine e i minerali. Le verdure amare sono un vero toccasana per tutto l’organismo, sono depurative e migliorano la funzionalità del fegato, dunque proviamo a renderle amiche anche del nostro palato.
Alleati numero uno per accompagnare queste verdure da crude: sapori forti come la senape, il limone con cui fare delle gustose vinagrette, non è un caso infatti che le famose puntarelle alla romana siano accompagnate dalle alici, saporitissime. Altri condimenti da usare, in chiave macrobiotica sono le salse di soia, il tamari in primis e anche il miso, debitamente stemperato può essere un ottimo stratagemma per creare gusto in tavola.
In cottura ricordiamoci sempre di utilizzare della cipolla, che le addolcisce, e se vogliamo poi far apprezzare queste verdure anche ai più piccoli, non c’è niente di meglio che presentarle in una bella torta salata, impreziosita da capperi e profumi di origano, andrà a ruba.
Ecco la ricetta della torta salata:

Per l’impasto:

  • 300 ml di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 30 gr di olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiaini di zucchero o malto
  • 2 cucchiaini di sale
  • 400 gr di farina semintegrale
  • 200 gr di semola di grano duro

Mescolare dapprima gli ingredienti secchi, sciogliere poi il cubetto di lievito in acqua tiepida insieme a olio e zucchero, aggiungere poco alla volta alla farina in una ciotola. Impastare per qualche minuto fino a formare una palla omogenea che lasceremo lievitare.

Intanto prepariamo il ripieno:

  • 1 cespo di cicoria puntarelle
  • 2 cipolle rosse
  • sale, pepe
  • olio extra vergine di oliva
  • una manciata di capperi dissalati
  • origano
  • 100 gr di tofu neutro o formaggio a pasta filata

Mondare le catalogne e tagliare a striscioline le puntarelle, cuocere in abbondante acqua salata e poi strizzare tutto per bene. Unire alle cipolle tagliate precedentemente a fettine e fatte imbiondire in un’ampia padella antiaderente con olio extra vergine di oliva, una generosa manciata di origano e i capperi. Prepariamo il tofu, tagliandolo a fettine o dadini e facendolo insaporire bene con le verdure.
Aggiustiamo di sale.
Stendere la pasta lievitata sulla placca del forno appena oliata. Riempire con le verdure e il tofu o il formaggio.
Tagliare a strisce altra pasta e comporre la nostra torta salata come una crostata.
Spennellare con olio e infornare a 200° per circa 30 minuti.
E’ ottima anche fredda.

pizza ripiena 2

 

Torna all'inizio