Aglio

aglio biologicoNome Scientifico: Allium sativum

Famiglia: Liliaceae

 

Il nostro aglio è coltivato da…
Guglielmetti Gelmino (Verona) per aglio fresco e bigoli d’aglio, Sing Paramjit (Reggio Emilia)

 

 

 

stagionalita-maggio-giugno-luglio

 

naturale-biologicoCuriosità e coltivazione biologica

L’aglio cresce su un terreno di medio impasto, ben drenato, con pH quasi neutro. Sono da evitare terreni fortemente argillosi e ricchi di sostanze organiche e terreni troppo aridi e basici, inoltre teme l’umidità, quindi nella coltivazione si presta particolare attenzione alle condizioni climatiche. Viene trattato con una concimazione organica prima dell’aratura, fosfatica e potassica prima dei piantamento dei bulbi, azotata in copertura in più interventi, in base alle caratteristiche del terreno. E’ anche molto utilizzato nella consociazione con piante ornamentali e da orto perché ha una spiccata e prolungata azione repellente contro moltissimi insetti fitofagi.

 

sano-salutare

Fa bene perché…

…l’aglio è un ortaggio dotato di particolari proprietà terapeutiche. Indicato contro le fermentazioni gastro-intestinali, è un efficace antispasmodico ed antidiarroico. Ma il problema maggiore dell’utilizzo di quest’ortaggio è che molte persone lo evitano per le conseguenze negative per l’alito, anche se è davvero considerato un medicinale naturale. Un potente antibatterico, antinfiammatorio, grazie alla presenza di “allicina” una sostanza che ha potenti proprietà antibiotiche. Inoltre abbassa la pressione nel sangue agendo da fluidificatore del sangue e pulendo le arterie dal colesterolo cattivo. Ma lo sapevate che alcuni alimenti aiutano a contrastare il suo spiacevole odore? Ad esempio la mela, se mangiata cruda, è un rimedio semplicissimo all’alito cattivo. L’alternativa è assumerlo insieme ad altri alimenti con ricette che ne mascherino il sapore, non sempre apprezzato da tutti.
 

ecologico-eco-cucina

Suggerimenti di eco-cucina…antisprechi!

Conservare i bulbi dell’aglio in ambiente asciutto e aerato con una temperatura ed umidità dell’aria piuttosto basse, per evitare il formarsi di muffe. Se volete rimediare al problema della digeribilità, prima di schiacciare l’aglio, rimuovete dal cuore il germoglio verde.
Se volete conservare gli spicchi spelati e pronti all’uso invece, potete pulire tutti gli spicchi, metterli in un barattolo a chiusura ermetica pieno di olio di oliva e riporlo in frigo: l’aglio si conserverà perfettamente e avrete a portata di mano uno spicchio già pulito e pronto all’uso. Potete anche aromatizzarlo con spezie e peperoncino.
 
ricette-cortobio
 

La ricetta Facile:

 
Salsa aioli

Salsa aioli

Ingredienti:
3 spicchi d’aglio, 1 uovo, 250 ml. di olio di semi di mais, 1 cucchiaio di succo di limone filtrato, Sale e Pepe q.b.

Preparazione:
Sbucciate gli spicchi di aglio e privateli dell’anima, quindi pestateli in un mortaio con il sale.
Trasferite gli spicchi d’aglio pestati nel frullatore con un uovo freschissimo, azionate il frullatore e aggiungete l’olio di semi a filo finché non avrete ottenuto una crema densa.
Aggiungete infine il succo di limone, regolate di sale e pepe e frullate ancora per pochi secondi.

Torna all'inizio